Blog: http://NICKFALCO.ilcannocchiale.it

21 novembre 2007

4 dicembre 2005

Alla terza canna Enzuccio se ne va. Al terzo Jack, alla seconda Fiesta, al primo Laphroaig comincio a pensare. Gli ho detto di si. Accetto. Senza chiedere permesso. Perché Vincenzo mi ha sempre fatto pena. Perché non gli devo niente ma agli sfigati come lui devo tutto. Sono il mio reagente, il mio contraltare: potevo fare un vita mediocre nel mondo ovvio degli uomini. Ho scelto il lato oscuro, perché con tutta questa munnezza faccio la mia figura. Grazie munnezza. Mi occuperò di te.


Io lo so che chi legge vorrebbe più notizie su chi scrive. Ma vi bastino poche note autobiografiche. Ho quarant'anni. Abito alla salita del Pianto. Su due piani. Ho un piccolo giardino, un cane, una voliera di uccelli di rete. Vivo con una troia stanca che non porta più soldi a casa da una vita. Ma cucina bene la tradizione. Mi piace cantare di tutto. Ho studiato, (quanto e più di voi), e non ho rimorsi.

Ho appuntamento lunedì a casa di Vincenzo. Comincio dalla camera di Nennella.


Pubblicato il 21/11/2007 alle 18.53 nella rubrica Le storie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web