.
Annunci online

NICKFALCO
Cronache dal luogo del delitto
14 novembre 2007
25 novembre 2005
 





DEVILS & DUST

Springsteen. Qualcosa dei vecchi tempi gli è rimasto. Lo sente a tutto volume. Si sente da fuori. Lo chiamo dal cancello. Il pitbull nel giardinetto fuori casa mi sbava addosso una rabbia immotivata.

Vincenzo abita un basso insospettato alle spalle del distributore, nello slargo della vesuviana. Un cunicolo porta ad un giardino che è il giardino delle meraviglie. Ha una voliera grande piena di cardellini e incardillati. Molti stanno a terra morti. Altri covano.
 
Tira dentro il cane, lo lega che continua a guardarmi male. Una sporcizia diffusa dalle tre galline che girano libere: guano, penne, merda di cane. Un tavolo e sopra al tavolo bottiglie di vino tappate artigianalmente. Cassette di frutta vuote, un cespuglio incolto, un albero di cachi. Gerani, piante grasse, secchi. Un giardino largo sei metri e profondo tre che sembra una giungla.

Entro e il fetore mi toglie il respiro. Sporco, fumo, una cucina economica, una stufa elettrica, ancora i mobili dei genitori neri, unti.

Abbassa il volume dello stereo, (uno stereo potentissimo, casse Bose in contrasto col resto), occhi lucidi e canna tra le dita. Attraversiamo la cucina, poi una stanza degli hobby (navi di tutte le dimensioni, a vari stadi di costruzione, colla, attrezzi), poi un salone con arredi da saponaro.

Mi fa sedere, mi offre un liquore indefinito, mi dice: "prima di cominciare devi sapere alcune cose, prima di cercare..." E comincia a parlare.




permalink | inviato da NICKFALCO il 14/11/2007 alle 22:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 52685 volte

Viste le numerose visite di Polizia Postale, Benemerita, pornografi ed erotomani vari, forse è il caso di precisare che questo non è un sito porno. Non è neanche come quelle radio private napoletane che con la scusa delle dediche mandano messaggi al mondo rinchiuso e in attesa di giudizio. E non è neanche un blog in quanto tale. Finge di esserlo. Il proprietario è figura di fantasia, così come tutti i personaggi citati. Potrebbe essere vero ma non lo è, per precisa scelta editoriale ed adolescenziale.



IL CANNOCCHIALE